In che modo la pesca sostenibile contribuisce al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile?

Più di 800 milioni di persone dipendono dal pesce come fonte di cibo e reddito. Le famiglie nei paesi in via di sviluppo ottengono grandi benefici quando nei paesi europei facciamo scelte di consumo sostenibili.

Giulia Prato

Marine officer, WWF Italia

Noi siamo SDGs

Il “programma d’azione globale per il pianeta” è stato firmato nel 2015 dai governi di 193 Paesi [1]. L’Agenda per lo sviluppo sostenibile del Pianeta stabilisce 17 obiettivi che mirano a creare, nei prossimi 15 anni, un equilibrio globale tra ambiente naturale, crescita economica e benessere delle persone.

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (https://sustainabledevelopment.un.org) lanciano un appello ai governi, alle aziende e ai cittadini perché entrino in azione per rendere il mondo un posto migliore entro il 2030.

Noi siamo l’oceano

La crescita economica sostenibile, lo sviluppo sociale e la protezione ambientale sono al centro dell’Agenda. In questo contesto, i nostri oceani sono una risorsa chiave per l’economia, le società e l’ambiente.

Se l’oceano fosse un’economia, sarebbe la settima potenza al mondo [2]. La pesca assicura reddito e nutrimento per oltre 800 milioni di persone, la maggior parte delle quali vive nei paesi in via di sviluppo [3]. L’Europa è il più grande importatore di pesce al mondo, di conseguenza è un volano fondamentale per il cambiamento [4].

L’oceano è vita

La scelta di un pesce piuttosto che un altro ha un enorme impatto sugli oceani e sulle persone che da esso dipendono. Scegliere responsabilmente il pesce da acquistare può determinare la riduzione di piaghe mondiali quali la fame e la povertà. Una scelta corretta può promuovere e sostenere condizioni di lavoro dignitose, uguaglianza di genere e crescita economica sostenibile. Infine, può aiutare a proteggere il clima, la vita nei mari e sulla terra.

3 dati su pesca e SDGs

dato #1

39 miliardi di dollari di esportazioni: Il pesce è la merce proveniente dai paesi in via di sviluppo più commercializzata, con volumi di gran lunga maggiori di quelli del  mercato del caffè, dello zucchero o delle  banane [5].

dato #2

  • 98%

Il 98% dei lavoratori del settore ittico proviene da paesi in via di sviluppo [6].

dato #3

La pesca sostenibile contribuisce al raggiungimento di 9 dei 17 SDGs: 1 (Povertà zero), 2 (Fame zero), 5 (Uguaglianza di genere), 8 (Lavoro dignitoso e crescita economica), 12 (Consumo e produzione responsabili), 13 (Agire per il clima), 14 (La vita sott’acqua), 15 (La vita sulla Terra), 17 (Partnership per gli Obiettivi).

Cosa puoi fare tu?

Le tue scelte di consumo hanno un impatto significativo sullo sviluppo sostenibile del Pianeta. Contribuiscono al raggiungimento di almeno nove degli SDGs.

Giulia Prato

Marine officer, WWF Italia

[1] UN (United Nations). 2015. Resolution adopted by the General Assembly. http://www.un.org/ga/search/view_doc.asp?symbol=A/RES/70/1&Lang=E
[2] Ocean Health Index. 2018. The Blue Economy and Ocean Health: Part 1 – Building a Blue Economy. http://www.oceanhealthindex.org/news/building-the-blue-economy
[3] FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations). The State of World Fisheries and Aquaculture 2016. Rome. Page 32. http://www.fao.org/fishery/sofia/en
[4] European Commission. 2016. The EU fish market – 2016 edition. https://ec.europa.eu/fisheries/eu-fish-market-2016-edition_en
[5] FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations). The State of World Fisheries and Aquaculture 2016. Rome. Page 61-64 http://www.fao.org/fishery/sofia/en
[6] FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations). The State of World Fisheries and Aquaculture 2016. Rome. Page 33. http://www.fao.org/fishery/sofia/en

Share This